il magazine
della federottica

Ora nei centri ottici
DAL 1959
domenica 19 Maggio 2024
- Aggiornato 17/5, 17:10

Positivi i dati dell’occhialeria nel primo trimestre 2023

di Redazione
7 Luglio 2023
17:21
Risultati positivi, soprattutto per le esportazioni, come svelato ieri all’Assemblea Anfao, ma l’incertezza la fa ancora da padrona e spinge a un ottimismo più cauto.

Secondo i dati diffusi da Anfao nel corso dell’Assemblea, nel primo trimestre del 2023 le esportazioni del comparto hanno segnato una variazione tendenziale ancora a due cifre rispetto al primo trimestre del 2022: +16,7% in valore attestandosi a 1 miliardo e 388 milioni.

Molto performante l’export delle montature (+20,4%), ma anche le esportazioni di occhiali da sole non hanno perso lo slancio del 2022 (+15,9%).

In termini di aree geografiche le esportazioni continuano a crescere tutte rispetto allo stesso periodo del 2022: Europa + 15,1%, America +10,9%, Asia +39,1%.

Dal punto di vista dell’analisi per singoli paesi di esportazione si può evidenziare:

  • negli Stati Uniti, da sempre primo mercato di riferimento per il settore, l’export complessivo di montature e occhiali da sole ha registrato un +9,1% rispetto al primo trimestre del 2022 segnando un rallentamento per quello che attiene l’occhiale da sole (+1,1%) rispetto alle esportazioni di montature che continuano a crescere a un ritmo molto sostenuto (+35,7%).
  • Nei principali paesi dell’Europa l’andamento delle esportazioni italiane nei vari paesi ha continuato bene rispetto allo stesso periodo del 2022: Francia +18,1%, Germania +5,1%, Spagna + 21,7%.

«Nonostante questi buoni risultati del primo trimestre 2023 – dichiara nel comunicato il presidente Anfao Giovanni Vitaloni –, considerando il contesto generale, è molto probabile che il prosieguo del 2023 sia per le nostre esportazioni meno brillante, sebbene, approfittando anche della debolezza dell’euro, potrà comunque crescere in valore. Stiamo raccogliendo, infatti, dalle nostre aziende un sentiment meno positivo rispetto agli ordinativi in generale. La questione centrale di questo rallentamento è imputabile prevalentemente all’aumento dei costi generalizzato che le aziende non riescono più ad assorbire internamente».

Attualmente la previsione per il primo semestre del 2023 è di una crescita dell’export che si attesti attorno all’8% rispetto allo stesso periodo del 2022.

Secondo il World Economic Outlook dell’International Monetary Fund le previsioni di crescita globale sono state viste al ribasso per il 2023 con un passaggio al 2,8% rispetto al 3,4% del 2022.

A preoccupare di più il tasso di crescita delle economie avanzate, che rappresentano ancora lo sbocco principale di tutti i principali settori, e che, nel 2023, non dovrebbe superare l’1,3%.

Per il settore dell’occhialeria è poi particolarmente importante l’Area Europea (che da sola assorbe circa il 50% delle esportazioni del settore) e che secondo le ultime previsioni sembrerebbe avere nel 2023 il tasso di crescita più basso di tutti: 0,8%.

«Sicuramente sono le esportazioni il termometro che misura meglio lo stato di salute del settore dell’occhialeria e questo ci dà forza e fiducia considerando ancora l’andamento del primo trimestre 2023. Siamo però costretti ad essere molto cauti – ha concluso il presidente Vitaloni – considerato anche le previsioni economiche generali».

Ultime notizie

1
2
3
4
5
Newsletter

Puoi disiscriverti quando vuoi cliccando sull’apposito link che riceverai in ogni newsletter.
Le informative privacy sulla gestione dei tuoi dati le trovi cliccando qui.
Problemi con l’iscrizione? Consulta le FAQ.

Lasciati coinvolgere dal nostro rapido riepilogo delle notizie da non perdere!

Top video

Progetto Eticamente | Perché partecipare
L’ottico optometrista indipendente e le aziende produttrici sostengono la reciproca tutela attraverso un patto di alleanza basato su principi etici certificato dal marchio Eticamente.

Positivi i dati dell’occhialeria nel primo trimestre 2023

Pubblicità