il magazine
della federottica

Ora nei centri ottici
DAL 1959
mercoledì 19 Giugno 2024
- Aggiornato ieri, 13:16

Opti 2024 all’insegna del dinamismo e della vivacità

di Redazione
15 Gennaio 2024
17:34
La fiera tedesca dell’ottica e del design ha aperto l’anno con il tradizionale appuntamento di gennaio. Sono stati circa 21.500 i visitatori che hanno animato la manifestazione di Monaco di Baviera da venerdì 12 a domenica 14 gennaio.

Una tre giorni molto positiva per Opti, che ha aperto il 2024 del settore a Monaco di Baviera dal 12 al 14 gennaio. Un risultato favorito «dall’atmosfera entusiasta che si è respirata fisicamente nei padiglioni – sottolinea una nota dell’organizzazione – durante tutti e tre i giorni della fiera e che è il risultato della stretta collaborazione tra il team Opti, gli espositori e i rappresentanti del settore durante tutto lo scorso anno». Sono stati circa 21.500 gli operatori del settore presenti a Monaco, arrivati da 70 paesi, «attratti dalla ricca offerta della fiera e per beneficiare di questo clima positivo dai numerosi format innovativi di conoscenza, vendita e dialogo».
Erano 390 gli espositori presenti a Opti, provenienti da 28 paesi, a rappresentare l’intera filiera dell’ottica: macchinari e allestimenti per centri ottici, lenti a contatto e oftalmiche, produttori di montature e giovani designer indipendenti. «I dati degli espositori – prosegue la nota – sono quasi imbattibili: il 94,5% degli espositori ha valutato la qualità dei visitatori presso il proprio stand in termini di interesse per i prodotti da buono a molto buono, il 91% ha valutato complessivamente Opti 2024 da buono a molto buono».

«Opti continua sulla sua strada con successo. Il feedback dei visitatori e degli espositori, in molte conversazioni, ha confermato che il nostro concetto di fiera – afferma Cathleen Kabashi, responsabile Opti – e la data di gennaio sono assolutamente corretti. Stretta collaborazione e sviluppo di un concetto comune con tutti gli stakeholder della fiera nel corso del corso dell’ultimo anno sono stati cruciali per il successo dell’evento. È bello vedere come la comunità Opti ami la sua fiera e creda in essa: il senso di comunità è ciò che ha reso possibile questo successo».

Entusiasta anche Dieter Dohr, presidente del Cda di GHM Gesellschaft für Handwerksmessen mbH, organizzatrice di Opti. «L’atmosfera era incredibile, la gioia degli addetti ai lavori era palpabile. I visitatori volevano rivivere la loro fiera e hanno potuto farlo. Opti funge da bussola per l’industria in Germania, Austria e Svizzera nella progettazione della propria gamma di prodotti e fornisce orientamento per l’intero anno commerciale. In questo fine settimana di gennaio Opti ha raccolto il successo seminato negli ultimi dodici mesi attraverso il dialogo con il settore, tavole rotonde, ascolto e sviluppo congiunto».
L’appuntamento per la prossima edizione di Opti è fissato da venerdì 31 gennaio a domenica 2 febbraio 2025.

Ultime notizie

1
2
3
4
5
Newsletter

Puoi disiscriverti quando vuoi cliccando sull’apposito link che riceverai in ogni newsletter.
Le informative privacy sulla gestione dei tuoi dati le trovi cliccando qui.
Problemi con l’iscrizione? Consulta le FAQ.

Lasciati coinvolgere dal nostro rapido riepilogo delle notizie da non perdere!

Top video

Medaglia d’Onore a Giulio Velati dal Consiglio Generale degli Ottici Optometristi di Spagna
Giulio Velati, recentemente scomparso, è stato uno dei pionieri dell’optometria italiana e past presidente Federottica. La delegazione spagnola del Consiglio Generale degli Ottici Optometristi, guidata dal presidente Juan Carlos Martinez Moral ed Edoardo Moran, gli ha assegnato all'unanimità la Medaglia d’onore, il massimo riconoscimento iberico professionale “per la sua difesa e dedizione all’Optometria”.

Opti 2024 all’insegna del dinamismo e della vivacità

Pubblicità