il magazine
della federottica

Ora nei centri ottici
DAL 1959
domenica 23 Giugno 2024
- Aggiornato 18/6, 13:19

Oxo Italia mette al centro la sostenibilità

di Massimiliano Lanzafame
17 Novembre 2022
15:27
Da sempre il Consorzio Optocoop Italia si impegna a rispettare l’ambiente, i mari, le foreste dando consigli sul corretto smaltimento di lenti a contatto, soluzioni, imballaggi. Grazie a delle partnership nel mondo della contattologia diventa sempre più sostenibile.

Nel corso dell’ultimo anno, in particolare, l’attenzione al benessere del pianeta si è intensificata ulteriormente anche grazie alla partnership con due aziende di contattologia, a loro volta sensibili al tema della sostenibilità ambientale. «Nello specifico – fa sapere Oxo con una nota – le lenti a contatto a marchio Oxolens giornaliere prodotte da CooperVision hanno ottenuto la Certificazione Plastic Neutral rilasciata da Plastic Bank, un’azienda sociale che si basa su ecosistemi di riciclo etico nelle comunità costiere.

Anche Soleko Menicon Group ha mostrato un occhio di riguardo per l’ambiente che si è tradotto nella realizzazione delle Oxolens Eco-Pocket 1 Day, una gamma di lenti a contatto giornaliere per miopi, ipermetropi, presbiti e astigmatici la cui custodia è realizzata con plastica riciclata dagli stampi con cui si producono le lenti ed è a sua volta riciclabile. Inoltre, il blister 8 volte più sottile rispetto a quelli tradizionali è fabbricato utilizzando una minore quantità di materie prime, il che comporta un 80% di plastica e rifiuti in meno rispetto agli imballaggi convenzionali».

Sostenibilità continuerà ad essere la parola chiave di Oxo anche per il futuro. «A partire dal 2023 la nostra attenzione all’ambiente – dichiara Giuseppe Basile, presidente del Consorzio Optocoop Italia – si estenderà anche all’ambito della comunicazione. L’aumento significativo dei costi della carta e, più in generale, delle materie prime, ci ha spinto infatti a rivedere la gestione delle modalità di stampa dei materiali offline delle nostre campagne. Abbiamo, quindi, deciso di virare sul digitale, mettendo a disposizione dei nostri associati, nella intranet aziendale, tutti i file di comunicazione, così che ciascun socio Oxo Expert possa valutare in autonomia le modalità e le quantità di stampa effettivamente utili, riducendo costi, sprechi e migliorando l’impronta ecologica dell’azienda. L’invito che ci sentiamo di dare ai nostri ottici – optometristi che intendono stampare i materiali è comunque quello di utilizzare carta Fsc per ridurre l’impatto ambientale».

Una scelta che deriva anche dalla situazione climatica ed economica che stiamo vivendo. In un mondo che cambia rapidamente, sapere osservare e interpretare le nuove esigenze è sempre stato motivo di crescita umana e professionale del Consorzio Optocoop Italia. «Oggi più che mai è necessario ridurre l’inquinamento e risparmiare su risorse preziose – prosegue Basile – come l’acqua e l’energia necessaria ai procedimenti produttivi. Ognuno di noi può contribuire, nel proprio piccolo, a ridurre il consumo di carta e vivere in modo sostenibile preservando due risorse essenziali per la nostra vita: gli alberi e l’acqua».

Il futuro di Oxo, dunque, sarà sempre più sostenibile, in linea anche con le nuove abitudini degli italiani, soprattutto i più giovani, che, complici gli effetti della pandemia e della guerra, hanno sviluppato una maggior sensibilità al tema della sostenibilità. «Un tema particolarmente caro agli ottici optometristi Oxo, che si prendono cura non solo del benessere visivo della popolazione, ma anche di quello del mondo in cui viviamo. Il nostro obiettivo è quello di diventare sempre più eco-friendly – conclude Fabio Frisani, vicepresidente di Oxo Italia – attraverso l’adozione di abitudini semplici ma fondamentali per la salvaguardia del nostro pianeta».

Photo by Elena Mozhvilo on Unsplash

Ultime notizie

1
2
3
4
5
Newsletter

Puoi disiscriverti quando vuoi cliccando sull’apposito link che riceverai in ogni newsletter.
Le informative privacy sulla gestione dei tuoi dati le trovi cliccando qui.
Problemi con l’iscrizione? Consulta le FAQ.

Lasciati coinvolgere dal nostro rapido riepilogo delle notizie da non perdere!

Top video

31° Premio Ferrante di Optometria alla memoria di Sergio Villani
È un premio alla memoria quello consegnato per la trentunesima edizione del Premio Nazionale di Optometria “Francesco Ferrante”: il riconoscimento viene attribuito a Sergio Villani, nato a Cecina (Li) l’8 gennaio 1934 e scomparso a Pescia (Pt) 14 maggio 2021, che in cinquant’anni di carriera ha saputo tracciare linee fondamentali per lo sviluppo della professione dell’ottico optometrista.

Oxo Italia mette al centro la sostenibilità

Pubblicità