il magazine
della federottica

Ora nei centri ottici
DAL 1959
mercoledì 19 Giugno 2024
- Aggiornato ieri, 13:16

“Miopia? No grazie!” entra nel vivo con i controlli visivi nelle scuole

di Redazione
18 Luglio 2023
15:12
Salice Salentino e Guagnano hanno ospitato il primo screening visivo di tre giorni, nell’ambito dell’iniziativa di Adoo e UniSalento, all’interno delle scuole primarie di 1° e 2° grado. I primi dati della ricerca.

Il progetto “Miopia? No grazie!”, promosso dal corso di laurea in Ottica e Optometria dell’Università del Salento e dell’Albo degli ottici optometristi è entrato nella fase operativa con i primi dépistage all’interno delle scuole primarie, che si sono svolti a maggio negli istituti di Salice Salentino e Guagnano, in provincia di Lecce. L’iniziativa vuole essere una ricerca in grado di raccogliere dati utili per un monitoraggio che porti a una strategia efficace di controllo della progressione miopica.
Le tre giornate di screening hanno visto la presenza di oltre 15 ottici optometristi e altrettanti studenti e laureandi, che hanno permesso di svolgere nei tre giorni uno screening approfondito del sistema visivo a più di 600 alunni. I primi dati sono stati elaborati e costituiscono la base di partenza della ricerca che sarà alimentata da ulteriori controlli visivi.

«I genitori degli alunni hanno dimostrato grande sensibilità – spiega l’ottico optometrista Luigi Seclì, responsabile dell’iniziativa – dando il loro consenso in massa all’evento, compilando anche un questionario sulle abitudini visive dei ragazzi, strumento fondamentale per comprendere l’ambiente in cui si possono sviluppare eventuali deterioramenti visivi e attuare di conseguenza le strategie più idonee alla prevenzione dei deterioramenti stessi. Anche il personale scolastico ha collaborato positivamente all’iniziativa, un grazie va agli insegnanti e docenti, al personale scolastico tutto».

Insieme al questionario compilato dai genitori, l’iniziativa ha permesso di ampliare lo screening all’approfondimento di diverse abilità visive: visus da lontano e da vicino in condizione abituale, PPA, PPC con e senza +, movimenti oculari, stereopsi, forie da lontano e da vicino e retinoscopia statica e dinamica. Per valutare queste abilità, sono stati utilizzati: frontifocometri elettronici, Visiotest (Essilor), Telebinocular, palline di Wolf, occlusori, metri, schede test di performance, flipper +-2.000, flipper 8 dt prismatiche BE/BI, retinoscopi flipper e lenti varie.
«Tutto questo – prosegue – ci permetterà di individuare un preciso profilo visivo degli alunni. Infatti, oltre al visus, i vari test ci hanno dato informazioni sulla abilità di accomodare, sulla abilità di vergenze (convergenza e divergenza), sulla efficienza dei movimenti oculari, sulla stereopsi, sulle forie, sia da lontano che da vicino, con la retinoscopia statica abbiamo potuto verificare oggettivamente la messa a fuoco sulla retina o meno, mentre con la retinoscopia dinamica abbiamo visto come i soggetti impiegavano la loro accomodazione nella lettura».

Hanno partecipato alle tre giornate di controlli visivi gli ottici optometristi: Daniela Antonucci, Giuseppe Ciarfera, Francesca Ciarfera, Salvatore Cisternino, Anna Maria Montinaro, Anna Chiara Palumbo, Maria Assunta Gorgoni, Chiara Sicoli, Grazia Martella, Marco e Luigi Seclì, Lorenzo e Toti Liaci, Alessandro D’Elia, Duilio Mauro, Giuseppe Palmisano e Diego Ramirez.

Leggi l’approfondimento completo su Ottica Italiana magazine 765

Ultime notizie

1
2
3
4
5
Newsletter

Puoi disiscriverti quando vuoi cliccando sull’apposito link che riceverai in ogni newsletter.
Le informative privacy sulla gestione dei tuoi dati le trovi cliccando qui.
Problemi con l’iscrizione? Consulta le FAQ.

Lasciati coinvolgere dal nostro rapido riepilogo delle notizie da non perdere!

Top video

Medaglia d’Onore a Giulio Velati dal Consiglio Generale degli Ottici Optometristi di Spagna
Giulio Velati, recentemente scomparso, è stato uno dei pionieri dell’optometria italiana e past presidente Federottica. La delegazione spagnola del Consiglio Generale degli Ottici Optometristi, guidata dal presidente Juan Carlos Martinez Moral ed Edoardo Moran, gli ha assegnato all'unanimità la Medaglia d’onore, il massimo riconoscimento iberico professionale “per la sua difesa e dedizione all’Optometria”.

“Miopia? No grazie!” entra nel vivo con i controlli visivi nelle scuole

Pubblicità