il magazine
della federottica

Ora nei centri ottici
DAL 1959
mercoledì 12 Giugno 2024
- Aggiornato 10/6, 18:41

Le prime anticipazioni sulle tendenze che vedremo a Mido 2022

di Redazione
15 Marzo 2022
13:15
Cresce la “Voglia di Mido” è anche voglia di partecipare: c’è tempo fino al 31 marzo per candidarsi ai premi BeStore e Stand Up For Green, come sale la curiosità per vedere i nuovi prodotti.

A Mido dal 30 aprile al 2 maggio, nei 5 padiglioni di Rho Fiera e nelle aree espositive del Fashion Discrict, Lenses, Design Lab, More!, FAiR East, Lab Academy, Start Up e Tech, saranno presentate le proposte dell’intera filiera dell’occhialeria, dai grandi brand alle realtà più piccole orientate all’innovazione e alla sperimentazione.

Tra le tendenze che si vedranno a Mido: occhiali genderless, vintage con un ritorno agli anni ’70, sempre più sostenibilità nei materiali usati, nel packaging e nei processi, evoluzioni di modelli classici come i cat-eye, con linee più morbide ma anche nel formato mini o i tondi, con nuovi colori che si possono vedere anche negli altri modelli: fluo, sgargianti, quasi psichedelici, cangianti, ma anche toni pastello.

Proprio al colore sarà dedicato il webinar che Mido terrà in anteprima il prossimo 29 marzo, in collaborazione con Wgsn e Coloro, sulla piattaforma digitale creata per l’edizione del 2021 erivolto a tutta la MIDO community. Nel corso del webinar si parlerà del potere del colore sul design in vista della stagione S/S 2023. Il tema verrà poi ripreso all’interno dello spazio OttiClub, padiglione 15, con incontri di formazione, di marketing dedicato al retail e momenti di condivisione con i professionisti del settore. Il programma definitivo sarà disponibile nelle prossime settimane sul sito www.mido.com.

La “Voglia di Mido” è anche voglia di partecipare: sono aperte fino al 31 marzo le candidature ai premi BeStore e Stand Up For Green. Il primo è rivolto ai centri ottici che si distinguono per la shopping experience, il lay-out del punto vendita, i materiali scelti e gli arredi (categoria Design) e per la loro proposta di servizi al cliente, comunicazione verso l’esterno, ma anche nella sua storia e negli aspetti umani ed emozionali (categoria Innovation). Per candidarsi https://www.mido.com/bestore-award. Il secondo è il riconoscimento dato agli stand capaci di distinguersi per l’attenzione all’ambiente, usufruendo ad esempio di moduli riutilizzabili, materiali riciclati o materie prime a basso impatto ambientale.

Visto il successo riscontrato a giugno dell’anno scorso, buyer ed espositori hanno inoltre già a disposizione la piattaforma digitale, che permette di rispondere concretamente e agilmente all’esigenza primaria di avviare opportunità di business. Strumento utile agli operatori presenti ma, soprattutto, per coloro che, a causa delle restrizioni sanitarie e della situazione politica attuale, non possono ancora viaggiare.

Leggi anche: È tempo di Anteprima Mido e Mido Daily

Ultime notizie

1
2
3
4
5
Newsletter

Puoi disiscriverti quando vuoi cliccando sull’apposito link che riceverai in ogni newsletter.
Le informative privacy sulla gestione dei tuoi dati le trovi cliccando qui.
Problemi con l’iscrizione? Consulta le FAQ.

Lasciati coinvolgere dal nostro rapido riepilogo delle notizie da non perdere!

Top video

“Eticamente valorizza prodotto e centralità dell’ottico optometrista”
Gli ottici optometristi promotori del progetto di Federottica, Gianluca Pieragostini e Paolo Muscetti, durante il Congresso Unitario di Milano raccontano a OITV le adesioni delle aziende a Eticamente nell’ultimo anno e mezzo e come il progetto dia valore alla professionalità dell’ottico optometrista e alle imprese partecipanti.

Le prime anticipazioni sulle tendenze che vedremo a Mido 2022

Pubblicità