il magazine
della federottica

Ora nei centri ottici
DAL 1959
domenica 19 Maggio 2024
- Aggiornato 17/5, 17:10

Friuli Venezia-Giulia: primi passi per il Gruppo regionale Federottica

di Valentino Maiorano
3 Luglio 2023
17:41
Un convegno, lo scorso 25 giugno, è la prima iniziativa nata su impulso dei colleghi per dare vigore all’associazione a livello regionale ed essere interlocutore forte con le istituzioni. Durante l’evento, anche un corso tecnico sul controllo della progressione miopica con il contributo di Hoya.

È stato un primo, ma importante passo, quello compiuto dagli ottici optometristi del Friuli Venezia-Giulia, con il convegno che ha animato l’hotel Là di Moret domenica 25 giugno. L’iniziativa è stata fortemente voluta da Fabrizio Stolfa, presidente di Federottica Trieste-Gorizia, insieme ai colleghi Marco Cataldi di Udine e Stefano Aquilini di Pordenone, in rappresentanza delle suddette provinciali.
Una giornata dedicata all’approfondimento professionale e agli obbiettivi associativi, aperta dal saluto del consigliere regionale Stefano Balloch e dall’intervento del segretario generale Federottica Stefano Bertani, che ha portato il saluto del presidente Andrea Afragoli e illustrato l’attività e i servizi di Federottica per i centri ottici, come per esempio le convenzioni.
Una parte importante della giornata è stata dedicata ai temi associativi, all’importanza della costituzione di un Gruppo regionale di Federottica in una chiave di rappresentanza forte anche nel rapporto con le istituzioni, a partire dalla Regione Friuli Venezia-Giulia. Stolfa ha anche illustrato una legge regionale che istituisce un elenco relativo alla gestione e al controllo di tutti i dispositivi medici (quindi anche occhiali e lenti a contatto) attuati nel territorio. Il gruppo regionale di Federottica inizia quindi a muovere i suoi primi passi anche per essere un punto di riferimento in questo ambito.

«Molto c’è da fare – sottolinea Stolfa a Ottica Italiana – ma siamo soddisfatti di questo primo convegno, che è un punto di inizio e del quale siamo soddisfatti. I colleghi che hanno partecipato erano tutti motivati e interessati, anche quelli non associati a Federottica, consapevoli dell’importanza nel dare il proprio contribuito allo sviluppo dell’associazione sul territorio attraverso il passaparola, l’appartenenza ai gruppi, il contatto diretto. Serve muoversi.
Il convegno è servito anche per iniziare a comunicare l’importanza dell’associazione a tutti gli ottici optometristi della regione, perché dobbiamo costruire un gruppo compatto. Personalmente, prima di dedicarmi alla professione di ottico ho avuto esperienze lavorative in ambito commerciale, e per me è più facile avere una visione di apertura e di contatto diretto, per questo credo sia fondamentale. A maggior ragione in un territorio, come il nostro, molto diversificato e fatto di località di piccole e medie dimensioni. Una capillarità che può diventare un vantaggio una volta strutturata l’associazione. A maggior ragione di fronte a un progetto regionale, che è importantissimo rispetto alla Regione stessa, che avrebbe un interlocutore unico, strutturato e, quindi, credibile».

Una seconda parte del convegno è stata dedicata all’aggiornamento tecnico-professionale con un corso dedicato al tema del controllo della progressione miopica, realizzato in collaborazione con Hoya. Erano presenti Andrea Langè, digital solutions manager, Alessandra Parodi, education and professional specialist, e Giada Marcassa, digital solutions specialist, che hanno accompagnato i partecipanti in un ricco approfondimento dell’argomento e della lente Miyosmart con una prima parte teorica e una seconda più pratica e coinvolgente.
Un primo obiettivo raggiunto nel percorso di costituzione del Gruppo regionale di Federottica, quindi, attraverso un’iniziativa di presentazione e conoscitiva, che apre la porta a opportunità interessanti per la categoria in Friuli Venezia-Giulia. «Ora serve un impegno attivo – conclude Stolfa – da parte di tutti i colleghi coinvolti e interessanti, per crescere come associazione e diventare forti e rappresentativi, per la nostra professione».

Ultime notizie

1
2
3
4
5
Newsletter

Puoi disiscriverti quando vuoi cliccando sull’apposito link che riceverai in ogni newsletter.
Le informative privacy sulla gestione dei tuoi dati le trovi cliccando qui.
Problemi con l’iscrizione? Consulta le FAQ.

Lasciati coinvolgere dal nostro rapido riepilogo delle notizie da non perdere!

Top video

Progetto Eticamente | Perché partecipare
L’ottico optometrista indipendente e le aziende produttrici sostengono la reciproca tutela attraverso un patto di alleanza basato su principi etici certificato dal marchio Eticamente.

Friuli Venezia-Giulia: primi passi per il Gruppo regionale Federottica

Pubblicità