il magazine
della federottica

Ora nei centri ottici
DAL 1959
sabato 22 Giugno 2024
- Aggiornato 18/6, 13:19

Dai Optical: un 2024 all’insegna della tecnologia

di Redazione
19 Gennaio 2024
17:11
L’innovazione hi-tech è la cifra che caratterizza l’azienda di lenti oftalmiche, che già a Mido porta diverse proposte, dalle fotocromatiche alle lenti sportive sino all’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale.

Dai Optical si prepara a un 2024 ricco di novità con l’apporto decisivo dell’innovazione tecnologica applicata a lenti e strumenti. Primo palcoscenico Mido, dove l’azienda (pad.3 stand G02,G10,H01) presenta due nuove proposte della gamma Cromolite, la linea Dai Sport e con il progetto Metaclass, lanciato lo scorso anno.

Cromolite
Arrivano le nuove lenti fotocromatiche Cromolite 2.0 e Cromolite Pop, caratterizzate dalla velocità di adattamento alle condizioni di luce, «migliorata fino al 40% rispetto alle classiche lenti Cromolite. Inoltre, la nuova tecnologia – si legge nella nota dell’azienda – implementata nelle lenti Cromolite 2.0 e Pop offre una maggior protezione contro i raggi UV, poiché scherma al 100% le radiazioni nocive fino alla lunghezza d’onda di 405 nm». L’innovazione è anche estetica, grazie alle tinte di grigio e marrone di Cromolite 2.0, cui si aggiungono le irresistibili colorazioni blu, verde, rosa e viola di Cromolite Pop, che guardano alle tendenze fashion del mondo della moda.

Sport, hi-tech e stile
Dai Sport è la nuova gamma di lenti dedicata agli sportivi che unisce hi-tech, stile e funzionalità. La sofisticata tecnologia Power Color potenzia sensibilmente la percezione cromatica espandendo l’intervallo di colori percepiti. Le lenti Dai Sport presentano un Crf (Fattore di risoluzione cromatica), fino al 137%, mentre una lente da sole tradizionale ha un Crf del 100%. «Questo incremento del contrasto cromatico e della gamma di colori percepiti migliorano la percezione della profondità spaziale e i tempi di reazione – prosegue la nota –, permettendo al nostro sistema nervoso di performare al meglio».

Progetto Metaclass
Dai Optical unisce lo spirito innovativo alla tecnologia della realtà virtuale, del metaverso e dell’Intelligenza Artificiale con l’ecosistema Metaclass, che entra nel mercato «grazie a una visione innovativa della personalizzazione delle lenti e ha come obiettivo quello di regalare ai clienti finali un’esperienza visiva e d’acquisto senza precedenti. Comprende il visore di realtà virtuale Eye-Shuttle, collegato all’omonima piattaforma web dedicata». Durante l’esperienza immersiva nel metaverso, grazie ai sensori Eye-Tracking, si registrano i pattern dei movimenti oculari del portatore, «con l’obiettivo di studiare l’interazione occhio-cervello, per confezionare su misura la lente Arya unica per ogni portatore. La lente finale – conclude la nota – presenta una mappa di potere rifinita e bilanciata sulla base di questa rilevazione, per associare un comfort visivo eccellente all’esperienza d’acquisto indimenticabile».
La famiglia Arya comprende anche una lente monofocale e una lente a supporto accomodativo e una degressiva compatibili con Eye-Shuttle.

Ultime notizie

1
2
3
4
5
Newsletter

Puoi disiscriverti quando vuoi cliccando sull’apposito link che riceverai in ogni newsletter.
Le informative privacy sulla gestione dei tuoi dati le trovi cliccando qui.
Problemi con l’iscrizione? Consulta le FAQ.

Lasciati coinvolgere dal nostro rapido riepilogo delle notizie da non perdere!

Top video

31° Premio Ferrante di Optometria alla memoria di Sergio Villani
È un premio alla memoria quello consegnato per la trentunesima edizione del Premio Nazionale di Optometria “Francesco Ferrante”: il riconoscimento viene attribuito a Sergio Villani, nato a Cecina (Li) l’8 gennaio 1934 e scomparso a Pescia (Pt) 14 maggio 2021, che in cinquant’anni di carriera ha saputo tracciare linee fondamentali per lo sviluppo della professione dell’ottico optometrista.

Dai Optical: un 2024 all’insegna della tecnologia

Pubblicità