il magazine
della federottica

Ora nei centri ottici
DAL 1959
venerdì 19 Aprile 2024
- Aggiornato oggi, 13:07

Silmo 2022: le nomination di Optical Design Contest parlano italiano  

di Redazione
26 Luglio 2022
17:37
Cinque ragazzi italiani in nomination sui sette candidati al concorso internazionale di Silmo Paris rivolto agli studenti di design per fornire la loro interpretazione del design ottico del futuro. Sono Alessandro Battaini, Diego Sparta, Silvana Migliozzi, Martina Sessa e Vincenzo Panico.

 

Dal 23 al 26 settembre Silmo mette in campo Optical Design Contest: una nuova area di espressione rivolta agli studenti di design, attraverso la quale offrire loro l’opportunità di dimostrare le proprie capacità ed evidenziare la propria concezione della sfera dell’ottica e dell’occhialeria esplorandone le innumerevoli possibilità». Con la sfida di stimolare la creazione e il desiderio di essere un trampolino di lancio per le future generazioni di designer.
All’inizio di luglio i membri della giuria si sono riuniti per valutare i progetti ricevuti e selezionare i più meritevoli, presentati dagli studenti iscritti ad un corso di design, di livello pari o superiore al terzo anno post-laurea. La valutazione dei progetti presentati è stata fatta da una giuria composta da professionisti del design ed esperti interdisciplinari, presieduta da Emmanuel Gallina (nella foto), designer e direttore artistico riconosciuto, laureato all’Enad (École nationale supérieure d’art a Limoges e Orléans) e master in Design & management al Politecnico di Milano. I membri della giuria hanno esaminato le candidature con grande attenzione e secondo diversi criteri: design, creatività, innovazione, utilizzo e funzionalità del prodotto, integrazione di un approccio Csr, fattibilità intrinseca del progetto.

I 7 progetti selezionati diverranno ognuno un prototipo mostrato a Silmo Paris, dove sarà svelato anche il vincitore del contest 2022 che, insieme alla sua scuola, condivideranno un assegno di 10.000 euro e avranno l’onore di esporre i propri progetti durante l’evento:

  • SI / Look the future di Alessandro Battaini (NABA Nuova Accademia di Belle Arti di Milano): un concetto di occhiali da lettura premontati intercambiabili e versatili.
  • KNOT / Inclusive Eyewear di Diego Sparta (Politecnico di Milano – Campus Bovisa Durando – Scuola del Design): una montatura destinata a persone con disabilità.
  • OORA di Silvana Migliozzi (Politecnico di Milano): occhiali intelligenti destinati ai lettori, la cui principale applicazione è quella di poter annotare testi, salvare citazioni… con un semplice sguardo.
  • SONDER di Martina Sessa (NABA Nuova Accademia di Belle Arti di Milano): occhiali dotati di sensori per prevenire il mal di testa, limitare i problemi alla schiena, correggere una cattiva postura.
  • PERCY di Jocelyne Boisson (Landes School of Design di Mont-de-Marsan): una maschera acquatica molto snella che mette in discussione il ruolo della vista, di essere visti senza necessariamente vedere.
  • GOOGLESS di Vincenzo Panico (NABA Nuova Accademia di Belle Arti di Milano): una reinvenzione contemporanea del pince-nez e del monocolo che gioca con le forme geometriche.
  • UNFOLDABLE di Adi Abramov (Shenkar College of Engineering, Design and Art di Ramat Gan, Israele): occhiali in materiale riciclato dall’estetica “brutalista”, caratterizzati da aste a cerniera profilate a forma di X.

Ultime notizie

1
2
3
4
5
Newsletter

Puoi disiscriverti quando vuoi cliccando sull’apposito link che riceverai in ogni newsletter.
Le informative privacy sulla gestione dei tuoi dati le trovi cliccando qui.
Problemi con l’iscrizione? Consulta le FAQ.

Lasciati coinvolgere dal nostro rapido riepilogo delle notizie da non perdere!

Top video

Aioc: il Congresso dà valore all’ottica e optometria
Giuliano Bruni, presidente Aioc, spiega a OITV l’importanza del Congresso Unitario del 19 e 20 maggio 2024, per far riconoscere l’importanza della figura dell’ottico optometrista e dare forza alla comunità dei professionisti della visione.

Silmo 2022: le nomination di Optical Design Contest parlano italiano  

Pubblicità