il magazine
della federottica

Ora nei centri ottici
DAL 1959
sabato 22 Giugno 2024
- Aggiornato 18/6, 13:19

Premi e riconoscimenti a Lazise: “Ferrante” a Borghesi, “Federottica” a Brigida e i “Salvini d’Argento” ai colleghi di lungo corso

di Massimiliano Lanzafame
5 Giugno 2023
17:44
A Lazise nell’ambito del congresso nazionale, domenica 28 maggio, sono stati consegnati i due prestigiosi premi, oltre ai tradizionali Salvini d’Argento ai colleghi di lungo corso. Un riconoscimento speciale a Valentino Maiorano, redattore di Ottica Italiana.

In un clima conviviale che da sempre caratterizza la “Cena insieme” dell’evento congressuale, che si è tenuta al TH Lazise – Hotel Parchi del Garda di Pacengo di Lazise (Vr), sono stati consegnati diversi premi e riconoscimenti, a partire dal più ambito: il 30° Premio nazionale di Optometria “Francesco Ferrante” ad Alessandro Borghesi. A consegnare la statuetta raffigurante il “Guerriero di Capestrano”, Andrea Afragoli, presidente Federottica, Silvana Ferrante, giornalista Rai, e Domenico De Simone, ottico optometrista e giornalista, che sono i curatori del Premio Ferrante, insieme ai responsabili del Coordinamento Adoo, Marco Benedetti, Antonio Greco e Stefano Panzeri, oltre a Giuseppe Sicoli nella veste di “conduttore”.
La decisione adottata dal Coordinamento Adoo d’intesa con il Centro Studi del Premio Ferrante, ha voluto così premiare l’attività pluriennale del professore, appassionato ricercatore e docente universitario, promotore del primo corso di laurea in ottica e optometria in Italia.

A destra il professor Borghesi col Guerriero di Capestrano, ricevuto da Domenico De Simone e Silvana Ferrante

«Ringrazio tutti quelli che hanno pensato a me – ha dichiarato il professor Borghesi – perché è un premio importante per il settore, solitamente assegnato agli optometristi, e proprio perché importante credo sia giusto tenere conto che questo corso di laurea non è dovuto solo alla mia persona, ma al lavoro di tanti. Oggi nel nostro Paese ci sono ben nove corsi di laurea distribuiti lungo tutto il territorio da nord a sud. Vorrei per questo lanciare un messaggio: investite in formazione e cultura, perché è un patrimonio che rimane e nessuno vi porterà mai via». 
Il secondo importante riconoscimento consegnato nella serata è stato il Premio Federottica 2023, assegnato all’ottico optometrista Domenico Brigida, da tanti anni al servizio dell’associazione, “in segno di gratitudine per il proficuo lavoro prestato nel supportare con impegno la nostra organizzazione sia a livello sindacale che professionale”. Brigida è in Federottica dal 1982 e, oltre all’impegno sindacale, ha impiegato molto tempo nel formare i giovani colleghi. «Il mio spirito di sacrificio è stato sempre per passione – ha commentato Brigida – e come ho sempre detto ai miei studenti, e ha tutti quelli che hanno avuto modo di conoscermi, quando si fa un lavoro lo si deve fare con passione, perché se ci si appassiona, come nel mio caso all’ottica e optometria, lo si fa con una marcia in più».  

 

È stato, poi, il momento di Valentino Maiorano, redattore di Ottica Italiana, che ha ricevuto da De Simone la Targa Italia Guerriero di Capestrano per “la professionalità che ha sempre contraddistinto la sua attività pubblicistica nel settore editoriale del comparto ottico”.

Come da tradizione, il Coordinamento Adoo ha consegnato i Salvini d’Argento ai colleghi che possiedono da almeno 35 anni il diploma di ottico e svolgono la loro attività con passione, onorando la professione. Quest’anno i premiati sono stati: Daniela Basile, Cosimo Caradonna, Franco Corti, Anna Mior, Franco Enrico Rocchetti e Gabriella Tavella. Nel corso serata c’è stato spazio anche per un ringraziamento speciale con un grande applauso a Lella Birettoni, della segreteria Federottica, che dopo oltre 40 anni di servizio per l’associazione, quest’anno raggiunge la meritata pensione.  

Ultime notizie

1
2
3
4
5
Newsletter

Puoi disiscriverti quando vuoi cliccando sull’apposito link che riceverai in ogni newsletter.
Le informative privacy sulla gestione dei tuoi dati le trovi cliccando qui.
Problemi con l’iscrizione? Consulta le FAQ.

Lasciati coinvolgere dal nostro rapido riepilogo delle notizie da non perdere!

Top video

31° Premio Ferrante di Optometria alla memoria di Sergio Villani
È un premio alla memoria quello consegnato per la trentunesima edizione del Premio Nazionale di Optometria “Francesco Ferrante”: il riconoscimento viene attribuito a Sergio Villani, nato a Cecina (Li) l’8 gennaio 1934 e scomparso a Pescia (Pt) 14 maggio 2021, che in cinquant’anni di carriera ha saputo tracciare linee fondamentali per lo sviluppo della professione dell’ottico optometrista.

Premi e riconoscimenti a Lazise: “Ferrante” a Borghesi, “Federottica” a Brigida e i “Salvini d’Argento” ai colleghi di lungo corso

Pubblicità