il magazine
della federottica

Ora nei centri ottici
DAL 1959
martedì 5 Marzo 2024
- Aggiornato ieri, 17:19

Per Santa Lucia, Federottica Milano si immerge nell’Intelligenza artificiale

di Valentino Maiorano
27 Novembre 2023
18:06
È il tema che ha caratterizzato la Convention annuale della territoriale milanese, che si è svolta domenica 26 novembre “aspettando Santa Lucia”. Una nuova frontiera da conoscere per comprendere opportunità e problematiche.

Ogni innovazione è una rivoluzione e l’Intelligenza artificiale porta con sé cambiamenti potenzialmente enormi nella vita di ognuno di noi. «Un tema attuale, che richiede attenzione da parte di tutti noi», sottolinea Gabriella Pagani, presidente di Federottica Milano Acofis, che ha focalizzato la propria Convention annuale, domenica 26 novembre a Villa Cella a Milano, per festeggiare Santa Lucia e discutere, con esperti di vari settori, su potenzialità e criticità di questa innovazione tecnologica.

«L’Intelligenza artificiale – sottolinea Gabriella Pagani – una nuova frontiera da conoscere per comprendere opportunità e problematiche. Oggi ci guardiamo attorno e vediamo come prenda piede e questo, in parte, ci preoccupa perché le piattaforme di intelligenza artificiale sono già alla portata di tutti, ma nessuno ci ha educato al loro utilizzo. Nel nostro settore il consumatore avrà diverse opportunità ma ciò che arriva dalla Rete sarà sempre più artefatto e sempre più difficile scegliere. Probabilmente quando la scelta riguarderà la vista, un ruolo importante lo avrà l’ottico optometrista di fiducia, con cui si potrà comunicare anche sempre in presenza. È fondamentale la strada intrapresa da Federottica per valorizzare il centro ottico – aggiunge – affinché venga eseguita una fornitura in presenza, dalla raccolta delle misurazioni al collaudo dell’ausilio visivo, sempre rispettando le linee guida del Regolamento europeo Mdr».

Per comprendere a fondo il tema Federottica Milano Acofis si è affidata ad esperti che, nel corso del pomeriggio, hanno spiegato ai circa 100 partecipanti, potenzialità e rischi dell’Intelligenza artificiale. Sono intervenuti Federico Zanotti, data scientist, che ha illustrato come i dati raccolti dalle applicazioni vengano elaborati, passando da un livello basico, poco preciso, per crescere di performance. Matteo Arnaboldi e Simone Sin, entrambi founder di Morpheus by Digitalcode, hanno mostrato come le applicazioni di Intelligenza artificiale possano supportare efficacemente piani di marketing e di comunicazione per le aziende. L’ottico optometrista Paolo Patuzzi ha presentato il software “Give program”, che permette di avere valori percentuali delle varie aree dell’abilità visiva e semplificare la loro comprensione.

L’oftalmologo Danilo Mazzacane ha illustrato le potenzialità tecnologiche dell’AI applicate alla telemedicina in oftalmologia, e alla possibilità di sviluppo grazie alle risorse stanziate con il Pnrr in questo ambito, mentre il sociologo Fausto Colombo, head of department of media and performing arts dell’università Cattolica di Milano, infine, ha spiegato i rischi di “fake” e di sicurezza dei dati dell’AI e le grandi opportunità che offre, purché siano di beneficio per tutti.

L’applicazione della AI nel mondo delle aziende del settore è stata raccontata da Paolo Schieppati, head of key account Rodenstock, con la lente biometrica intelligente realizzata dall’azienda tedesca basandosi sui parametri dell’occhio per una personalizzazione ancor più precisa. Marco Pagani, sales manager Frastema Ophtalmics, ha poi mostrato le potenzialità del software online Retinalyze.

Nel corso della giornata sono intervenuti anche alcuni esponenti politici regionali: i consiglieri Giulio Gallera, Emanuele Monti, Maira Cacucci, Carlo Borghetti e l’ex parlamentare laura Molteni. Tutti loro, in questi anni sono stati impegnati insieme alla categoria e il lavoro congiunto ha portato all’approvazione dell’emendamento della riforma sanitaria lombarda del 2021. L’approvazione del nuovo piano sociosanitario regionale può essere l’opportunità, come sottolineato dai diversi politici, per un passo in avanti del progetto di collaborazione tra ottici optometristi e oftalmologi e, più in generale, tra strutture sanitarie e territorio.

La giornata si è conclusa con momenti di intrattenimento, con la consegna dei Salvini d’argento e con un riconoscimento ai volontari dei Federottica Milano Acofis impegnati nell’iniziativa “Vista e occhi-Ali per la libertà”, che si è svolta all’interno del carcere di Bollate.

Ultime notizie

1
2
3
4
5
Newsletter

Puoi disiscriverti quando vuoi cliccando sull’apposito link che riceverai in ogni newsletter.
Le informative privacy sulla gestione dei tuoi dati le trovi cliccando qui.
Problemi con l’iscrizione? Consulta le FAQ.

Lasciati coinvolgere dal nostro rapido riepilogo delle notizie da non perdere!

Top video

Di Segni: “Più forti con la fusione di Optilens in Shamir”
È la prima di tante novità per il 2024 presentate a Mido da Shamir, come il laboratorio Inotime, e la gamma di lenti Driver Intelligence realizzata in partnership con il team F1 Alpine. Le racconta ai microfoni di OITV il country manager Italia, Yair Di Segni.

Per Santa Lucia, Federottica Milano si immerge nell’Intelligenza artificiale

Pubblicità